FINSK SHOES: la nuova ossessione delle blogger. Ma c’è molto di più dietro!

finskaw09
Finsk FW 2009-2010

Questi ankle boots sono ormai cosa nota. Abbiamo imparato ad ammirarli (apprezzandoli o criticandoli) ai piedi dei più famosi
 fashion blogger (Andy Torres QUI, Afterdrk QUI, Chiara Ferragni QUI, Brianboy QUI).
img_8801
Fonte: facehunter
Gli ankle book che avete visto nelle foto precedenti fanno parte della collezione FW 2009-2010 di Finsk per Basso & Brooke. Composti interamente da pelle, cavallino a pelo (quelle di Andy) suede e legno. Il costo è variabile e, secondo le fonti della rete, i prezzi vanno a secondo del rivenditore online da 450 euro circa per quelle in pelle a 560 euro circa per quelle in cavallino. Riproposti anche per questa estate con colori più vivaci e pelle più leggera, sono diventati davvero un’ossessione per i fashion blogger di tutto il mondo. Ma dietro il marchio Finsk c’è molto di più rispetto all’inflazionato ankle boot!
finsk-ports1961-ss-2010-10
Finsk for Ports1961 SS 2010
Dietro a questo marchio infatti si nasconde il talento di Julia Lundsten, una pluripremiata (e giovanissima) designer finalnedese di scarpe. Se Julia infatti si è laureata al London’s Royal College nel 2003, è riuscita a conseguire nello stesso anno il secondo prestigioso Manolo Blahnik Award e, nella stessa occasione, Manolo Blahnik ha descritto le scarpe di Julia come “Exquisite, divine and perfect“.  Il brand Finsk infatti, lanciato nel 2004, è caratterizzato da scarpe completamente realizzate in legno e pelle ed  intereamente cucite da manufatture brasiliane nel rispetto della produzione etica tanto che le scarpe Finsk sono realizzate con vera pelle ma utilizzando gli scarti delle industrie di pelletteria.
Finsk FW 2009
Le scarpe Finsk sono delle vere proprio opere di design che ricordano molto le linee futuristiche. Del resto cosa ci dovevamo aspettare dalla figlia di un architetto e di una designer di interni? Julia, nelle sue interviste, afferma che, per le sue scarpe, si ispira a edifici, oggetti di arredo nonchè forme geometriche che si trovano in natura.
img-thing
385 Euro
Finsk ss 2010
  img-thing 29135_406589379248_46367964248_4214903_6768648_n-2
Finsk ss 2010
Available on Asos.com
Le scarpe con lacci rosa costano 440 Euro 

 

Io mi sono perdutamente innamorata della collezione Finsk per Basso & Brooke FW 2010-2011! Non riesco a postare le foto sul blog ma potete vederle su Style.com cliccando QUI.
Ed ecco invece la preview della collezione autunno inverno 2010-2011
Ed ecco invece la preview della collezione autunno inverno 2010-2011
firmata Finsk per Ports 1961
17879_315670854248_46367964248_3459393_4204591_n untitled-2 17879_315670864248_46367964248_3459394_1848362_n 17879_315670869248_46367964248_3459395_5276853_n 
Infine ecco una piccola preview della collezione Finsk per “Project two”: incredibili!
Se volete conoscere qualche altro modello Finsk ecco una carrellata di immagini prese dalle più svariate collezioni.
finsk_1_tk finsk2598e finsk59829 147finsk finsk_sf2_13august09
Adesso veniamo alla domanda difficile. Dove acquisto queste scarpe??
Sul sito internet Finsk.com viene segnalato che i rivenditori si trovano in nazioni quali USA, UK, Giappone, Francia, Hong Kong, Finlandia, Svezia, Tokyo, Basile, Canada, Singapore e… Italia. Purtroppo la lista degli indirizzi dei rivenditori è introvabile ma se siete interessati potete scrivere direttamente a Finsk a [email protected], sia per conoscere il rivenditore più vicino ma anche per ordinare e farsi spedire direttamente da loro l’articolo interessato. La rete è invece disseminata di rivenditori online Finsk (anche se è da vedere se spediscono in Italia). Ho visto invece che ASOS.COM ha qualche (pochi) modello estivo.
Insomma, voi cosa pensate del fenomeno Finsk? Sono curiosa di sapere le vostre opinioni!
Passate un buon sabato!

Inoltre vi consiglio di leggere...


26 thoughts on “FINSK SHOES: la nuova ossessione delle blogger. Ma c’è molto di più dietro!

  1. grazie per averne parlato, ci voleva. conoscevo già la designer e molti dei suoi altri modelli che sono davvero uno più bello dell'altro! ma i wedges boots che hanno spopolato tra le fashion bloggers rimane (banalmente?) il mio preferito, senza ombra di dubbio. credo la sua bellezza stia nel fatto che come modello sappia unire perfettamente l'idea di ankle boot a quella della platform, essendo al tempo stesso sia trendy che un pezzo di design originale e di culto. grazie di aver parlato anche e sopratutto del loro prezzo (che confermo dato che mi ero a suo tempo informata per un possibile acquisto), ma che, devo ammettere, non immaginavo tanto alto, direi alla pari di quella di pezzi di designers di fama più consilidata…questo mi ha dato da pensare a quanti soldi possa avere da spendere AD ESEMPIO una come la ferragni (nonstante dica di non essere PER NULLA "figlia di papà"…)ciao! cecilia

  2. Alcune sono veramente bellissime però, alla faccia della sostenibilità, il prezzo è veramente esagerato!Comunque complimenti a questa giovane designer che è riuscita a trovare da subito una sua impronta personale :)Buon weekendElenina <3

  3. Questo è il classico esempio di "trappola per le allodole" versione "fescion". Dei prodotti importabili, dal prezzo ASSURDO e sulla cui bellezza c'è quanto meno da discutere. Spesso mi sembra che più una creazione è brutta più costi, ma chissà perché basta inizi a essere portata da qualche pseudo fashion bloggher/aicon che diventa la più amata da tutti! Per carità, fai bene a interessarti e ad informarci su questa ennesima incomprensibile ossessione (vedi quella per le scarpe di Prada, come fossero state l'unica e la più interessante novità delle sfilate!!), anche perché altre bloggher che si sono affrettate a comprarle (o a cui sono state regalate dalla casa di moda) non si sono neanche degnate di conoscerne l'origine. Apprezzo quindi il tuo post, anche se spero che in futuro sceglierai di proporci qualche tendenza sconosciuta e davvero agli esordi, come hai fatto con Ah-mazing (ho apprezzato molto infatti quel post) :)Scusa per la pappardella ma queste scarpe si sono viste e straviste, a dimostrazione che molte/i blogger sono fatti con lo stampino, mentre da te che ti contraddistingui sempre mi aspetto di più :)Come sta Pallina? Io volevo una sua foto :)Bacio!

  4. Io devo dire che gli ankle boots stra inflazionati non mi piacciono molto perchè semplicemente sono TROPPO.. troppo grossi al piede e quindi poco fini, troppo colorati e quindi poco portabili e infine davvero troppo costosi. L'unico modello che si salva è quello di Andy, il modello in cavallino, tutto nero con soltano una parte della zeppa lasciata in legno naturale. Invece mi sono perdutamente innamorata delle Finsk per Basso e Brooke fw 2010 2011: sono anch'esse eccentriche ma secondo me più fini. Indubbiamente riconosco l'estremo talento di questa giovane finlandese anche se per me "comune mortale" costo e design di queste scarpe, come vi dicevo, è "troppo"!Cecilia hai ragione, cerco di proporre qualcosa di nuovo ma in questo caso mi è piaciuto approfondire un po' il tema Finsk dato che in pratica di esso non è stato detto molto. Abbiamo giusto visto qualche foto che mostravano le stesse identiche scarpe (con qualche variazione di colore e materiale) e quindi secondo me era bellino vedere cosa c'è dietro il brand Finsk! :DUn bacio a tutti e buon sabato!Ps.. Ceci la foto di Pallina la metto :D

  5. GREENVIOLET:mi piace molto questo tipo di post: nn limitarsi ad ostentare l'ultimo oggetto del desiderio appena acquistato ( tralasciando tatticamente la quantita' enorme di euro spesi)come fanno le altre bloggers, ma parlare della collezione e di chi l'ha creata…tra l'altro trovo che il modello scelto dalle blogger sia uno dei meno belli e piu' pesanti! Tesoro, nn ci hai piu' fatto sapere nulla del tuo porcellino d'india… si e' ripresa?

  6. ME ENCANTANNNNN!! SABRIAS DECIRME DONDE SE PUEDEN COMPRAR EN MADRID O EN ESPAÑA Y SI SONMUY CAROS¿? SON PRECIOSOS.. MUY BUEN POST..UN BESITOhttp://elblogdepuu.blogspot.com/

  7. personalemente le trovo abbastanza importabili.Certi modelli sono carini e portabili, altri proprio no. Non capisco questa mania delle altre blogger di "copiarsi" a vicenda dei pezzi, magari brutti, sono per essere ritenute "fashion".Comunque il post è molto carino, anzi il migliore che ho letto in merito. Non ti sei limitata a mettere delle foto, ma hai argomentato, come fai sempre. brava.

  8. Ma secondo voi sono comode??!! non riesco a capirlo…devo dire che a me piacciono molto quelle in cavallino…dopo averle viste ai piedi di moltissime blogger, secondo me stanno veramente bene solo ad Andy.cmq la questione del pellame riciclato da scarti di produzione non mi convince, per il prezzo invece, in effetti la ricerca che sta dietro a questi modelli è molta quindi può starci…per chi può permettersele, sono un accessorio stagionale molto trendy. Brava Irene!!!eliwww.eli-a-porter.blogspot.com

  9. alcune sono bellissime,ma altre sono davvero immettibili(passatemi il termine per favore :) ),e vi parla una che non ha per niente paura di esagerare con i tacchi!Ad esempio,guardate l'ultima…voi vi immaginate se quel prolungamento del tacco urta da qualche parte,viene pestato da qualcuno…è totalmente fuori dal controllo di chi le indossa,quindi un bel capitombolo è assicurato :D

  10. Non ne ho idea riguardo la comodità! Cercando foto in vari siti ho letto che gli ankle sono comodi.. effettivamente la punta è tonda e il plateau davanti rende il pide non troppo "in discesa", però non saprei proprio! :DSì esatto Denise!! Sono davvero importabili quelli.. son particolarissimi e da mettere in uno scaffale a mo' di opera d'arte e basta :D La pallina sta un po' meglio!! La furbettina ha mangiato ben poco ma ora a merenda le ho allungato il suo cibo preferito, fetta biscottata integrale, e vedessi come si è messa a sgranocchiare! :D Adesso ci trasferiamo fino a domenica a casa di Giova al fresco e se tutto va bene lunedì sarà di nuovo a correre felice e beata con la chioma al vento in giardino (speriamo!). Grazie mille per il supporto morale :D

  11. Mah… Proprio non mi piacciono. Sono molto artistiche, anche troppo, le trovo più simili a arte moderna che non a scarpe indossabili…Comunque sono contenta per Pallina! :D

  12. Per me sono improponibili, non mi piacciono per niente….però si sa quando una cosa la vedi indosso a tante persone poi ci fai inevitabilmente l'occhio e cominciano a piacerti…..non credo che questo sia il caso, ma se cmq a qualcuno piacciono che ben venga……

  13. Alcune le trovo belle e originali, alre francamente difficili da portare e non particolarmente consone ai miei gusti, di certo mi fa piacere che a realizzerle sia una persona giovane e che il tutto rispetti anche principi etici _=

  14. sicuramente con queste addosso non si passa inosservate… un tantino troppo eccentriche per i miei gusti, e sinceramente non amo molto i tagli geometrici, ci rendono troppo "robotiche" secondo me,non so se mi spiego… per non parlare del fatto che sono stra costose..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *