Repubblica Dominicana: il mio diario di viaggio tra spiagge caraibiche e deserte, natura e Santo Domingo. Parte 1 di 3

3/12/2015

Repubblica Dominicana: il mio diario di viaggio, parte 1 di 3. Premesse, partenza e spiagge poco turistiche..

Repubblica Dominicana. Quando si pensa ad una fuga al caldo, nella pace, nella tranquillità, lontani dallo stress delle nostre città, la nostra mente vola subito alle lussureggianti perle dei Caraibi, alle spiagge bianche e alle palme che sfiorano la sabbia. Tra queste, una delle mete più amate e’ la Repubblica Dominicana. Ma lasciatemi sfatare due luoghi comuni su quest’isola, ancor prima di iniziare con il nostro racconto. In primis, l’isola, colloquialmente ed erratamente chiamata da noi Santo Domingo e’ in realtà la Repubblica Dominicana e Santo Domingo, la Capital, e’ appunto la capitale dell’isola. Un’isola davvero molto grande, l’isola di Hispaniola, che divide con lo stato di Haiti, nel cuore delle Antille e dei Caraibi.

Repubblica Dominicana: premesse e partenza 

Il secondo luogo comune e’ che la Repubblica Dominicana sia una meta prettamente da resort: delle 70.000 presenze italiane, la maggior parte di esse sceglie un soggiorno All Inclusive in resort all’interno dei quali soggiorna per tutta la vacanza, uscendo per esplorare i dintorni davvero difficilmente. E, lasciatemelo dire, questo e’ un peccato perchè Repubblica Dominicana non e’ solo resorts, ma e’ decisamente molto altro. E’ turismo di mare, turismo d’avventura e eco-turismo (Sia nella parte nord, nord-est che nella parte centrale dell’isola, dove si trova la zona montuosa, con il picco più alto che sfiora i 3000 metri e che protegge l’isola dai cicloni). Ma ancora turismo sportivo (Con i numerosi campi da golf, surf..) e turismo legato alla salute (Sono infatti molte ed interessanti le fonti termali di Repubblica Dominicana). Insomma, Repubblica Dominicana è uno dei paesi caraibici più vari sotto il profilo paesaggistico, è un territorio assolutamente da scoprire e da vivere.

Cosi, quello che abbiamo vissuto noi insieme all’Ente del Turismo della Repubblica Dominicana e’ un tour di una settimana in cui scoprire la Repubblica Dominicana più autentica, meno battuta ma senza perdersi la capitale Santo Domingo, le sue bellezze, locali notturni, le sue tradizioni e ovviamente il miglior shopping e la moda.

E se vi state subito chiedendo se l’isola e’ sicura per essere esplorata in solitario, la risposta e’ assolutamente si. I dominicani sono persone assolutamente festose, aperte, il turista e’ trattato molto bene ed il fatto che la lingua ufficiale sia lo spagnolo aiuta molto la comunicazione per noi italiani. Per replicare il nostro tour e’ consigliabile un volo su uno dei numerosi aeroporti dell’isola: un volo di linea oppure un volo charter come Neos Air, che abbiamo scelto come nostro partner di volo per poi proseguire il viaggio con un’auto a noleggio. Altrimenti alcune compagnie di tours come Colonial Tours offrono diverse esperienze di tour all’interno dell’isola. Sono sicura che non sara’ difficile trovarne, anche in loco, data l’ampia offerta!

repubblica dominicana

32 commenti