Cosa vedere a Napoli: 11 mete imperdibili

Cosa vedere a Napoli

Cosa vedere a Napoli: 11 mete imperdibili

Cosa vedere a Napoli. Vedi Napoli e poi muori. Eh sì, Napoli per me è una delle città in assoluto più belle d’Italia: ricca di storia, di cultura, di indirizzi food e moda davvero interessanti. Durante il mio soggiorno a Sorrento insieme al Grand Hotel Excelsior Vittoria ho trascorso un’intera ed intensissima giornata per le vie di Napoli. Sì perchè dalla costiera è un soffio (Soprattutto in aliscafo!). Così, seguendo una tabella di marcia davvero serrata e da percorrere (quasi del tutto) a piedi, siamo andati alla scoperta di Napoli insieme ad una guida d’eccezione, la signora Ornella della famiglia Fiorentino, i proprietari dell’Excelsior Vittoria. Così nasce questa mini guida di alcuni luoghi rigorosamente da raggiungere a piedi in modo tale da godersi la bellezza di Napoli: si perchè perdersi tra i vicoli della città storica, tra una visita e l’altra è d’obbligo!

Cosa vedere a Napoli

1. MUSEO MADRE

Iniziare la visita da un museo di arte contemporanea è probabilmente un modo inusuale per iniziare la visita di Napoli. Ma dopo l’esperienza al Museo Madre ho capito la scelta della signora Ornella. Il Madre è il primo dei musei che si trovano in quella che è chiamata la via dei musei (Dove trovi anche il Duomo, il Museo Archeologico Nazionale e l’Accademia di Belle Arti). Il museo non è soltanto uno splendido contenitore di arte contemporanea ma anche fucina di eventi (Da segnalare: il MADReat, la pausa pranzo al Madre). Trovi qui tutte le informazioni utili: www.madrenapoli.it  Tel. 08119313016  (chiude alle 18,00) in Via Settembrini, 79 vicino Via Duomo

2. PIZZA, FRITTO E LO STREET FOOD

Proseguendo nella parte più antica e storica di Napoli si arriva nei suoi caratteristici vicoletti. Qui è d’obbligo l’assaggio del famoso streetfood come la pizza che si mangia rigorosamente on the go, ripiegata a portafoglio (E che costa un paio di euro!) e la pizza fritta.

3. SAN GREGORIO ARMENO

Una visita merita sempre, soprattutto in questo periodo, a San Gregorio Armeno, il vicolo del centro storico famoso per gli artigiani di presepi: non solo le statuette tradizionali, qui troverete anche personaggi del presepe alquanto particolari :D

(continua….)

Click here to read more

Grand Hotel Excelsior Vittoria: il mio soggiorno a Sorrento

SORRENTO

Grand Hotel Excelsior Vittoria: il mio soggiorno a Sorrento

Grand Hotel Excelsior Vittoria. Quando arrivi a Sorrento, rimani senza fiato. Ok, nel mio caso a bocca aperta. Il panorama che hai di fronte è di quelli che restano impressi nella tua mente, un’immagine vivida che mi accompagna in queste piovose giornate fiorentine. L’alta costa,  i suoi limoni profumati, il mare azzurro e punteggiato di bianco, la temperatura che magicamente si fa mite. In lontananza il maestoso Vesuvio con il suo cappello di nuvole. Sorrento è bella tutto l’anno, non c’è altro da dire!

In quel di Sorrento poi c’è una perla tanto rara quanto preziosa. Il Grand Hotel Excelsior Vittoria. Dalla piazzetta di Sorrento si entra in un mondo magico fatto di vegetazione lussureggiante e limoni. In fondo ad un ideale corridoio verde si arriva alla splendida costiera dove si staglia l’Excelsior Vittoria, fondato nel 1834 dalla famiglia Fiorentino, famiglia che di generazione in generazione, ancora oggi, cura questa meravigliosa proprietà. Il Vesuvio fa da sfondo ai tre edifici che formano l’hotel, La Vittoria, La Rivale e La Favorita. Sicuramente una delle migliori strutture del lusso in Italia che, non a caso, ha ospitato da Marylin Monroe a Sophia Loren, da Sissi alla Regina di Inghilterra. Sapete che Lucio Dalla compose qui la celebra canzone Caruso? Così, una delle più belle suite è proprio la Caruso. Ovviamente per me, camminare per i corridoi di questo hotel è stato non solo un piacere ma anche un’emozione: essere catapultati in un’era indefinibile è un attimo. Ma non pensate che l’accoglienza in questo hotel arrivi in secondo piano: il calore della Campania si trova in tutto lo staff, famiglia Fiorentino compresa che ci ha accolte come parte dalla famiglia raccontandoci aneddoti interessanti e accompagnandoci alla scoperta delle bellezze del luogo (Ma di questo vi parlo domani..).

Grand Hotel Excelsior Vittoria: SPA e buon cibo..

Sono in assoluto due gli aspetti che ho preferito del Grand Hotel Excelsior Vittoria, se mai fosse possibile stilare un’immaginaria classifica personale. Ma partiamo dall’inizio. Pensate ad un’ex serra, luminosissima, immersa nella natura più verde: è questa la Boutique Spa La Serra dove ho avuto modi di rilassarmi e provare alcuni trattamenti che la mia terapista ha ritenuto idonei per me. 50 minuti di puro relax: tra coccole a mani, piedi e trattamento viso. I migliori prodotti viso e corpo, una selezione di the e tisane, i vetri che mostrano il verde tutto intorno a te. Assolutamente da provare per un’esperienza unica. Garantito!

E poi, come non posso menzionare, da buona forchetta, l’aspetto culinario? In una regione come la Campania sarebbe un delitto. Ma qui si arriva proprio ad un’esperienza culinaria a tutto tondo! Si parte dalle colazioni vista Vesuvio e golfo di Napoli nella Sala Vittoria, dove già soltanto la confettura d’arancia preparata con gli agrumi del giardino vale tutto il soggiorno. L’aperitivo è rigorosamente al Bar Vittoria, giusto per distrarsi con un buon Cocktail e qualche stuzzichino in un’atmosfera rilassata e ovattata dall’attesa trepidante della cena alla Terrazza Bosquet, il regno dello Chef Luigi Tramontano, chef stellato e grande artista culinario. Ovviamente, che ve lo dico a fare, ogni cena è una sorpresa! Luigi ci ha fatto assaggiare i suoi strepitosi piatti che si caratterizzano da un mix di sapori campani, moderni e tradizionali, cucinati con prodotti che arrivano anche dal giardino dell’hotel. I miei piatti preferiti? Le nastrine con alghe e tartufi, ricci di mare e erba cipollina e i dessert a base di limoni di Sorrento e cioccolato (Ovviamente ho inserito qualche foto, giusto per farvi venire l’acquolina in bocca!).

E non dimentichiamoci che Sorrento non è solo una pittoresca località di una costiera dalle mille ed una sfumature, è anche punto privilegiato per la visita di Napoli (Della quale vi parlerò benissimo domani) e per le bellezze di Pompei, Ercolano, Capri, Amalfi… Meglio di così!

A voi tutte le foto della bellissima Sorrento e dell’hotel. Aspetto le vostre opinioni :)

Click here to read more

Gioielli personalizzati: X by Trollbeads e iniziamo a pensare al Natale?!

Gioielli personalizzati

Gioielli personalizzati: X by Trollbeads

Gioielli personalizzati. In questi ultimi mesi ho avuto la possibilità di addentrarmi di più nel mondo degli accessori, della bigiotteria e dei gioielli. Un mondo favoloso, fatto di artigianalità, di creatività, di magnifiche, piccole, opere d’arte. Tra questi ho scoperto anche di più di X by Trollbeads. Beh, conoscevo già bene Trollbeads (Ve ne avevo parlato giù QUI e QUI) ma di X devo dire che ne sono rimasta ancora più colpita, se possibile.

X by Trollbeads è la nuova frontiera dei gioielli personalizzati, quello che crei da solo, componendolo. Che sia un bracciale (il mio preferito!) oppure una collana, basta scegliere i link (Ovvero i vari “pezzettini”) che andranno a comporre il bracciale, in argento, bronzo, oro o gomma. Ogni link ha una piccola apertura che ti permette di incastrare ogni link all’altro in tempo zero, basta scegliere poi la chiusura che più ti piace ed il bracciale è fatto.

Gioielli personalizzati X by Trollbeads ed un nuovo progetto

Cosa mi piace di questo tipo di gioielli personalizzati? Beh, in realtà le cose sono due. In primis la personalizzazione, il fatto che si può creare il proprio bracciale come si desidera: ogni link è un simbolo, ha un significato. Così, semplicemente scegliendo i link più adatti a te puoi creare il tuo bracciale che può raccontare il tuo passato, il tuo presente o il tuo futuro. Una passione, un desiderio.. quello che vuoi!

In secondo luogo mi piace perchè permette di creare bracciali di ogni budget (Basta scegliere i link più adatti alle proprie tasche!) ed è possibile avere ogni volta un bracciale diverso o che racconta qualcosa di diverso: i link si mettono e si tolgono così facilmente che puoi smontare e rimontare il bracciale con nuovi links in pochi secondi!

Insieme ad Elena abbiamo partecipato ad un progetto super cool insieme ad X by Trollbeads che abbiamo realizzato a Milano alcune settimane fa. E’ stato troppo divertente! Però per ora non possiamo dire di più (Ma prometto che tra qualche settimana saprete tutto anche voi!). Vi lascio con alcune foto esempio di alcuni bracciali X by Trollbeads che potete realizzare ;) Aspetto le vostre idee, che ne pensate?

QUI TROVI IL SITO X BY TROLLBEADS con tutti i link disponibili

QUI TROVI IL VIDEO CHE SPIEGA DI PIU’ DI X BY TROLLBEADS

Click here to read more

Cappelli donna, idee per come indossarli questo inverno!

Cappelli donna

Cappelli donna, idee per come indossarli!

Cappelli donna. Ero quasi tentata di scattare una foto della pila di cappelli invernali che sono riuscita a creare dopo il cambio dell’armadio.. ma ero troppo imbarazzata dalla quantità spropositata di cappelli a tesa che ho, complici anche i miei amici del cappellificio Panizza, uno degli ultimi cappellifici artigianali di tutta Italia :) Il cappello è uno di quegli accessori della moda classica della quale si è perso un po’ l’uso. Dico un po’, semplicemente perchè negli ultimi anni abbiamo assistito ad un grande ritorno di questo tipo di accessori, soprattutto tra i popolo della moda. Perchè poi, nella vita pratica, spesso con il cappello ci si sente forse un po’ troppo osservate (E’ vero il cappello catalizza l’attenzione!) oppure si hanno dei dubbi su come indossarlo al meglio. In realtà il cappello non è un accessorio così difficile, basta fare un po’ di pratica e considerarlo come un qualcosa che può arricchire il look, proprio come una collana oppure un bracciale. 

Cappelli donne, idee per come indossarli questo inverno!

  • BON TON DEL CAPPELLO. In primis, il dubbio del cappello: sì tiene o no nei luoghi chiusi. Sì, per le donne è un sì. Quindi non vi preoccupate se arrivate in un luogo chiuso e non sapete come fare per togliervi il cappello perchè avete paura che i capelli siano un disastro. Semplicemente tenetelo, il bon-ton è dalla vostra parte.
  • SCELTA DEL CAPPELLO, ATTENZIONE ALLA MISURA: per la scelta del cappello è importante capire bene la misura della vostra testa. Il cappello troppo calato o viceversa che si poggia solo sulla sommita’ della testa è decisamente poco fashion (e soprattutto parecchio scomodo). Puoi scoprire la misura della tua testa e del tuo cappello, misurate con un metro da sarta la circonferenza della testa un centimetro circa sopra l’orecchio. Io ad esempio ho una misura 57.
  • DOVE COMPRARLO: vi consiglio di acquistarlo in un cappellificio (un negozio di cappelli, almeno uno in ogni città dovrebbe ancora esserci.. spero!). Secondo me, dovreste spenderci un pochino di più: se tenuto bene (ovvero non schiacciato!)  il cappello artigianale dura veramente decenni. Altrimenti, se volete solo togliervi lo sfizio per una stagione oppure provare all’interno dei vostri look andate sul lowcost: zara, h&m, oppure online su Asos.
  • COME ABBINARLO: Il cappello si abbina praticamente su tutto, è più facile di quanto sembra a chi non l’ha mai indossato in realtà. Ecco alcuni esempi:

- In un look dal sapore maschile (camicia bianca, giacca di pelle oppure blazer, mocassini o stringate)

- in un look basico (pantaloni neri, maglia bianca, giacca nera /// maglione, jeans, stivaletti)

- per rendere sexy un look serioso ( gonna al ginocchio, maglioncino, decollete o stivaletti alla caviglia /// tailleur maschile)

A voi tante foto ispirazione per i vostri look!

IMAGE SOURCE: PINTEREST / TUMBLR / VOGUE / ATLANTIC PACIFIC 

Click here to read more

Stile rock ed una giornata da batterista: il trailer di un nuovo progetto video con J&C!

Stile rockstile rock

 Stile rock ed una giornata da batterista

Stile rock. Patti Smith, una delle più grandi icone della musica rock di tutti i tempi diceva “To me, punk rock is the freedom to create, freedom to be successful, freedom to not be successful, freedom to be who you are. It’s freedom”. C’è forse qualcosa di più affine alla moda se non la musica? La musica detta le tendenze. Fin da sempre il mondo della musica, delle band, dei grandi idoli ispira la moda. E viceversa. 

Stile rock ed il trailer di un nuovo progetto video con J&C

Così, proprio sul tema della moda e della musica, delle grandi icone rock, dello spirito girl power carico di energia e di voglia di fare, si basa il progetto video che sarà lanciato a breve per J&C, JackyCeline, il marchio di borse dallo stile dinamico e femminile, cool e giovane. 3 donne, 3 bloggers, la voglia di spaccare, la musica nelle vene. Un concerto da preparare, strumenti da accordare ed una borsa sempre con noi, la nuova IT bag J&C, Katy Rock. E poi, ovviamente, una batterista d’eccezione: io, una rock star per un giorno..

Ecco il primo trailer del progetto che uscirà il 20 novembre in contemporanea con il lancio della Katy Rock che sarà disponibile da quella data nel negozio di Firenze, nei punti vendita J&C JackyCeline e nello store online ..ma presto vi racconterò di più! Intanto ecco un assaggio….


Click here to read more