Visitare Venezia ovvero perdersi per i vicoli della citta’

fashion blogger

Visitare Venezia ovvero perdersi per i vicoli della città

Visitare Venezia. Dopo avervi dato una piccola anticipazione del Festival del Cinema di Venezia insieme a GHD Italia e del mio look, oggi come promesso vorrei farvi vedere di più della meravigliosa Venezia. Nei giorni passati al Lido di Venezia ci siamo ritagliati un pomeriggio per ri- visitare la bellissima città sull’acqua, mi mancava troppo e non potevo perdermi una visita.

Visitare Venezia, ovvero perdersi: bello!

Sbarcati dal taxi d’acqua a Piazza San Marco, con le sue spettacolari arcate, siamo scappati dalla calca dei turisti inoltrandoci per i vicoli della città, cercando di svoltare sempre nelle strade più sperdute (riuscendo un sacco di volte a bloccarci in vicoli ciechi, sembrava davvero di camminare in un labirinto). Così però, abbiamo scovato degli scorci meravigliosi (e deserti) e ci siamo goduti la bella Venezia. Inutile dire che solo il GPS del cellulare ci ha fatti tornare al punto di partenza, altrimenti ci avreste ancora trovati li, a girovagare come matti! A voi tutte le foto e grazie a Giova per le splendide foto!

P.S. Qui si vede meglio il nuovo colore creato per me da Wella presso il salone Alvaro & Imola vi avevo raccontato tutto QUI se volete copiare il look ;)

As I promised you, today I’d like to show you more about the wonderful city of Venice. Unloaded from the water taxi in San Marco Square, we slipped into the city’s alleys. So we tracked down some wonderful (and deserted) glimpses and we enjoyed the beautiful Venice. Here’s to you the pictures and thanks to Giova for the splendid photos!

Click here to read more

Vacanze in Austria: ultima parte del mio diario di viaggio. Il resconto, tra bilancia che scende e Km percorsi.

vacanze in austria

Vacanze in Austria: ultima parte del mio diario di viaggio

Vacanze in Austria. Vi mostro oggi l’ultima parte delle mie fotografie scattate durante le nostre meravigliose camminate verso le cime. Vi scrivo adesso mentre sorseggio, alla mia scrivania, una tazza di the verde e sgranocchio Manner al Limone, ricordo di queste vacanze, come se non ci fosse un domani. Well, adesso, dall’alto del mio sedere a forma di sedia mi sembra davvero impossibile aver percorso più di 170 km tra le montagne (ovvero in salita ed in discesa), 50 km in bike (ed in salita) ed essermi goduta la vista di questi paesaggi che quasi sembrano dimenticati dal genere umano. Ah, la bilancia segnava ben 4 kg in meno (yes, nonostante le grandi mangiate)!

Vacanze in Austria, tra ghiacciai, paesaggi solitari e più di 170 km macinati a piedi per noi

Ogni tanto di esseri umani, ne incrociavamo uno (Ogni 6 ore circa, non scherzo) e ci sentivamo un po’ più “protetti” tra gole e nevai. Ma in realtà gli esseri viventi che più abbiamo visto sono le Marmotten (che ovviamente stavano incartando il cioccolato NDR), i cervi, gli stambecchi, i caprioli, le aquile, mucche a profusione e buffe pecore e agnelli. Ah.. sembrano lontano anni luce queste cose mentre qui, vi scrivo davanti ad un pc mentre le macchine rombano fuori dalla finestra della mia casa.

Montagna ci vediamo tra un anno (o forse questo inverno). Intanto qui si fanno le valigie, domani si parte (E vi dirò per dove nel post di domani!). A voi l’ ultimissima parte delle fotografie delle mie vacanze in Austria. QUI trovate la prima parte e QUI la seconda. Spero davvero che questi post vi siano piaciuti ed un mega grazie al mio Giova per le splendide fotografie :)

Today I’ll show you the last part of the photos I took throughout our wonderful walks to the mountaintop. I’m writing now from my desk, while sipping a cup of green tea and crunching a Lemon Manner, souvenir of this holiday. It seems impossible to me that we walked more than 170 km among the mountains, that we rode 50 km by bike and that I could enjoy the sight of those landscapes which seem to be forgotten by human being. Ah, the scale marked a good 4 Kilos less (yes, despite the big binges)! Here’s to you the very last part of the pictures of my holiday in Austria.

Click here to read more

Alti Tauri, il parco nazionale, Lienz e piu’ di 100 km di trekking (Le mie vacanze parte 2)

vacanze in austria

Alti Tauri, il parco nazionale, Lienz e più di 100 km di trekking (Le mie vacanze parte 2)

Seconda parte del mio diario di viaggio tra le montagne austriache (ECCO LA PRIMA PARTE, SE VE LA SIETE PERSA IERI!).

Tra una giornata di trekking e l’altra abbiamo preso una pausa, direzione Lienz. Pittoresca cittadina tirolese dove assaggiare il curry wurst o la tipica cotoletta fritta e per finire non perdetevi l`Alpin Coster, l`ottovolante che sfrutta il pendio montuoso per quasi 4 km di adrenalina. Abbiamo ripreso il nostro trekking il giorno successivo cosi. Abbiamo preso la funivia e seggiovia da St.Jacob con arrivo a Mooseralm mt 2345. Una camminata non troppo ripida ci ha portato a Ochsenlenke 2744. Raggiunta la finestra siamo scesi lungo la valle prima fino a Bruggeralm 1818 ed infino fino a Sab Jacob lungo strada forestale. Circa 25 km e 6 ore di cammino (CONTINUA…)

P.S. Le foto sono state scelte e caricate tramite Irista, una piattaforma creata da Canon dove puoi caricare, gestire e condividere le tue foto. NEL POST DI IERI TUTTE LE INFO!

The second part of my travel diary among the Austrian mountains (here’s the first one!) (TO BE CONTINUED AFTER THE GAP)

Click here to read more

Vacanze estate 2014: le prime 40 foto delle mie vacanze all’insegna del verde (parte 1)

Vacanze estate 2014

Vacanze estate 2014, diario di bordo (parte 1)

Vacanze estate 2014. Buongiorno blog, buongiorno mie care! Sono ufficialmente rientrata dopo due settimane tra le valli verdi dell`Austria (quest’anno abbiamo alloggiato a St. Veit, nel parco nazionale degli Alti Tauri in Tirolo). Ormai le mie vacanze estive in stile Heidi sono diventate una consuetudine (Vi ricordate l`anno scorso a Solden?). Mi rendo conto di essere non solo una blogger atipica: mi diverto camminare per ore in salita per raggiungere la meta, niente trucco o parrucco, camminare o pedalare sotto pioggia, grandine, neve e fango. Mangiare a 3000 mt un panino sdraiata su un masso riscaldato dal sole, praticamente una marmotta :D Ma per me questa e` felicita`: immergermi nella natura, superare i miei limiti.Ma vi sembra davvero cosi malaccio tutto cio`? Ecco la prima parte del mio diario di viaggio in Austria

Vacanze estate 2014 ed Irista, la nuova piattaforma che ha permesso questo post (e molto altro!)

Per scegliere e condividere con voi le mie foto delle vacanze quest’anno ho utilizzato Irista, una piattaforma creata da Canon dove puoi caricare, gestire e condividere le tue foto. Mi piace perchè ti permette di trovare facilmente un’immagine nell’archivio tra le mille mila che di solito scattiamo (Reflex, cellulare, Nilox….cosi carico tutto nella stessa cartella tematica e ho tutti li). Poi posso condividere direttamente le foto con i social ai quali sono connessa e tenere traccia dei like e commenti che le mie foto hanno ricevuto, direttamente da Irista, come ho fatto e farò per queste foto. E poi, ultimo e non meno importante. Mi permette di caricare e archiviare in sicurezza tutte le foto che ho e posso poi accedervi da qualsiasi pc, tablet, cellulare, in qualsiasi parte del mondo e in ogni momento della giornata. Ciao ciao memorie esterne o chiavette USB che puntualemente perdo! Le foto possono essere caricate semplicemente collegandosi ad Irista o scaricando dal sito web un’applicazione che si istalla sul desktop (Comodissima perchè ti aggiorna automaticamente le foto che inserisci nelle cartelle sul desktop che segnali ad Irista!)

QUI puoi creare il tuo account IRISTA e QUI puoi vedere un video che ti spiega come si usa.

(Il post delle vacanze continua dopo il salto..)

Good morning blog, good morning my dear girls! I’m officially back home after two weeks among the green valleys of Austria. I’m aware of being an atypical blogger: I enjoy uphill walking for hours to reach the destination, no make-up or hairstyle, just walking or biking under rain, hail, snow and mud. Eating a sandwich at 3000 m, lying down on a rock warmed by the sun, this is happiness for me. Does all that seem so bad to you? Here’s the first part of my travel diary in Austria. You decide.. Thanks to Giova for the beautiful pictures! 

To chose and to share my holidays pictures that you are going to discover today, I’m now using Irista, a completely unique and advanced, cloud-based image management platform that allows you to access, enjoy and manage your photo libraries like never before. I like it becouse is really simple to use. it makes really quick and easy to find any image in a photo collection. Then I can share images directly with popular social networks and keep track of likes and comments as I have done with those pictures. Well and with Irista you can also be inspired: it’s a single place for people to interact with their images, enhance their photography skills and get the most out of their pictures- And then the last point. Well, my fav point. With Irista you can store all images securely in one location so they can be accessed anytime, anywhere. Bye Bye USB keys! You can create your Irista account here and discover more about Irista with this simple video ;)

Click here to read more

New Balance 574 e 5 curiosita’ su Amsterdam

rebecca minkoff borsa fluo

New Balance 574 e 5 curiosità su Amsterdam

New Balance 574. Ultimo giorno ad Amsterdam con Moxy hotels: mattina di pioggia e pomeriggio di sole splendente, trascorso insieme al nostro amico Milan Gino che ci ha guidato per la sua Amsterdam che ci ha raccontato un po’ di curiosità (Ed intanto vi faccio vedere le mie nuove New Balance 574!)

  • Assaggiate le crocchette di carne ai distributori automatici di hamburger è un qualcosa tipico di Amsterdam (La catena si chiama Febo). Il famoso dutch cheese (ma non fatevi inbombolare dalle vetrine dei rivenditori per turisti che si vedono in tutta la città) e i pancakes (da provare in versione salata).
  • Che non vi venga l’idea di buttarvi nei canali: al di la del fatto che l’acqua è decisamente poco idonea ai tuffetti (Aiuto, non mi ci fate pensare!) il fondale è disseminato di biciclette. Perse o.. lanciate! Quindi rischiate di impigliarvi :)
  • E’ calcolato che ci sia al momento ad Amsterdam più di una bicicletta per ogni abitante della città. Prendetela anche voi a noleggio per girare la città, nemmeno a dirlo, praticamente ogni strada ha una pista ciclabile..
  • Ah sì, prendere le poltrone e metterle per strada, nel caso si abiti su uno dei canali è normale (ed anche parecchio figo). Quindi se vedete un uomo in poltrona con le pantofole ma per la strada dove state camminando è tutto nella norma.
  • Grigliata con gli amici Amsterdam style? Prendi una barca, di qualsiasi tipo, e mettici su una griglia portatile. Mente la carne sfrigola e la musica suona la barca va per i canali della città!

E voi ad Amsterdam ci siete mai state? Devo dire che è una delle città europee che più mi è rimasta impressa! Aspetto le vostre idee sul mio look e sulle foto di Amsterdam di oggi, un abbraccio!!

Click here to read more