THE LEADING LADIES OF THE WIZARD OF OZ: 20 stilisti per 20 straordinarie bambole dei personaggi del mago di Oz

wizard of oz

 

The leading ladies of the Wizard of Oz

Per celebrare il 75esimo anniversario del Mago di Oz, la Warner Bros ha invitato 20 top fashion designer nel fare un makeover, un re styling dei personaggi femminili del mago di Oz: Dorothy con le sue scarpette rosse, Glinda, la strega buona e la malvagia strega dell’ovest. Dalla testa ai piedi.

The leading ladies of the Wizard of Oz: 20 stilisti per 20 straordinarie bambole dei personaggi del mago di Oz

Il risultato della collezione sono 20 bozzetti (quelli che vedete oggi) che andranno a realizzare 20 bambole interamente vestite dai designer. La collezione di bambole debutterà alla New York Fashion Week e verranno vendute con scopo di beneficienza: i proventi verranno devoluti a Habitat for Humanity, per l’iniziativa “Non c’è nessun luogo come casa”. Alcuni dei designer che hanno partecipato: Ana Sui, Donna Karan, Hervè Leger, Marc Jacobs, Betsey Johnson.. QUI per leggere tutto sull’iniziativa :)
A voi i 20 bozzetti delle 20 bambole. Qual è la vostra preferita? Io voto la Dorothy di Charlotte Ronson, e Herve Leger con la sua strega cattiva ;)
In celebration of the 75th Anniversary of The Wizard of Oz, Warner Bros. invited 20 top fashion designers to makeover miniatures of Oz’s leading ladies (Dorothy, Glinda the Good Witch, and The Wicked Witch of the West) from head-to-toe. The resulting collection includes 20 one-of-a-kind 22″ dolls, each one uniquely styled by one of our fashion designer participants.  The collection will be debuted at New York Fashion Week.  Another great aspect of the project is that the dolls will be auctioned for charity, with all proceeds going to benefit Habitat for Humanity’s “There’s No Place Like Home” initiative. HERE to read everything about the collaboration :)

Click here to read more

Nuovo inizio: perchè settembre è come il nuovo anno (6 obiettivi da imporci subito!)

irene colzi

Nuovo inizio, settembre

Nuovo inizio. Il rientro dalle vacanze per me è sempre traumatico. Sarà che in vacanza non solo interrompiamo la nostra routine quotidiana e ce ne creiamo un’altra, seppur più breve e provvisoria. Poi tornare alla vita reale e a quella routine che ormai sembra persa, non è semplice. Arriva l’ultimo giorno di vacanza e stai così bene, lunghe dormite, tempo libero da gestire come vuoi, tanta cura di te stessa, fuori e dentro, tanta energia per pensare al rientro. E poi, eccolo, il rientro è arrivato!

Nuovo inizio: perchè settembre è come il nuovo anno (6 obiettivi da imporci subito!)

Stavo leggendo oggi che quasi 6 milioni di italiani soffrono di stress da rientro, ci pensate? Ci facciamo stressare anche dalle vacanze, praticamente! Ma noi, come al solito, di questo rientro guardiamo i lati positivi e quegli accorgimenti che possiamo mettere in pratica per stare meglio, per sentirci motivare e “come nuove”. Sì perchè si sa, settembre è il nuovo inizio dell’anno (Altro che gennaio…)

Coming back home after holiday is always traumatic to me. The last day of holiday comes and you feel so well, long sleeps, free time to organize like you want, taking care of yourself, a lot of energy to think about the return. And then, here it is, the return arrives! I was reading today that almost 6 million of Italians suffer from “return stress”, can you believe it? Even the holidays stress us out, basically! But we, as usual, we look at the good sides of this return and at those expedients that we can use in order to feel better, to find the right motivation and to feel like “new girls”. Yes because everyone already knows that September is the new star of the year (forget about January…)

Click here to read more

Belmond Villa San Michele a Fiesole: una cena campana sopra le luci di Firenze

primark look

Belmond Villa San Michele

Belmond. Non so se per voi è stato così (O sarà così, se non siete ancora rientrate).. il rientro è stato traumatico (A tal proposito non perdetevi il post di venerdi..). Le vacanze in montagna mi hanno rigenerata e rientrare nel solito tran tran è stato davvero difficile (Nonostante il mio programma detox!). Ma devo dire che sono carichissima e piena di entusiasmo per affrontare questa nuova stagione che sarà ricca di novità e di sorprese :) Si parte oggi infatti per la mia “prima volta” al Festival del Cinema di Venezia insieme a GHD che mi ha invitata per uno speciale shooting e dietro le quinte del Festival, sono davvero super curiosa :) Seguitemi live su INSTAGRAM @ireneccloset!

Belmond Villa San Michele a Fiesole: una cena campana sopra le luci di Firenze

Il nostro ritorno in realtà è stato inaugurato con un bellissimo evento culinario che si è svolto domenica scorsa nella mia bella Firenze. A Fiesole, la collina più bella di Firenze, si trova Belmond Villa San Michele, una villa storica con una vista mozzafiato. Qui domenica sera si è svolta una cena da mille ed una notte. Presso il ristorante La Loggia, una terrazza che si affaccia su una Firenze illuminata, Mimmo Raffaele, Executive Chef del Belmond Hotel Caruso (Costiera Amalfitana), ha preso le redini della cucina di Attilio di Fabrizio presentando una cena squisita di 8 portate con le eccellenze del cibo campano. Sapori regionali tipici ma presentati in modo originale e artistico. E poi il mandolino e le tipiche canzoni napoletane.. che serata!

Per l’occasione indossavo un abitino preso da Primark (il paradiso, vi ricordate?) e dei sandali platform (must have per la stagione, leggete qui!). Vi lascio con tutte le foto del mio look e della serata :) Un abbraccio bellezze, aspetto i vostri commenti!

My return to home has been traumatic but I must say that I’m full of enthusiasm to face this new season which will be rich in news and surprises. Indeed we start today for “my first time” at the Cinema Festival in Venice together with GHD! Actually our return was inaugurated by a beautiful event that took place last Sunday in Fiesole, the most beautiful Florentine hill where Belmond Villa San Michele is located. At La Loggia restaurant, Mimmo Raffaele, the Executive Chef of Belmond Hotel Caruso, presented a delicious dinner composed by 8 dishes with the best food from Campania. For that occasion I was wearing a dress bought at Primark and a pair of platform sandals. I leave you with all the pictures of my look and of the evening. A hug for you beauties, waiting for your comments!

Click here to read more

Vacanze in Austria: ultima parte del mio diario di viaggio. Il resconto, tra bilancia che scende e Km percorsi.

vacanze in austria

Vacanze in Austria: ultima parte del mio diario di viaggio

Vacanze in Austria. Vi mostro oggi l’ultima parte delle mie fotografie scattate durante le nostre meravigliose camminate verso le cime. Vi scrivo adesso mentre sorseggio, alla mia scrivania, una tazza di the verde e sgranocchio Manner al Limone, ricordo di queste vacanze, come se non ci fosse un domani. Well, adesso, dall’alto del mio sedere a forma di sedia mi sembra davvero impossibile aver percorso più di 170 km tra le montagne (ovvero in salita ed in discesa), 50 km in bike (ed in salita) ed essermi goduta la vista di questi paesaggi che quasi sembrano dimenticati dal genere umano. Ah, la bilancia segnava ben 4 kg in meno (yes, nonostante le grandi mangiate)!

Vacanze in Austria, tra ghiacciai, paesaggi solitari e più di 170 km macinati a piedi per noi

Ogni tanto di esseri umani, ne incrociavamo uno (Ogni 6 ore circa, non scherzo) e ci sentivamo un po’ più “protetti” tra gole e nevai. Ma in realtà gli esseri viventi che più abbiamo visto sono le Marmotten (che ovviamente stavano incartando il cioccolato NDR), i cervi, gli stambecchi, i caprioli, le aquile, mucche a profusione e buffe pecore e agnelli. Ah.. sembrano lontano anni luce queste cose mentre qui, vi scrivo davanti ad un pc mentre le macchine rombano fuori dalla finestra della mia casa.

Montagna ci vediamo tra un anno (o forse questo inverno). Intanto qui si fanno le valigie, domani si parte (E vi dirò per dove nel post di domani!). A voi l’ ultimissima parte delle fotografie delle mie vacanze in Austria. QUI trovate la prima parte e QUI la seconda. Spero davvero che questi post vi siano piaciuti ed un mega grazie al mio Giova per le splendide fotografie :)

Today I’ll show you the last part of the photos I took throughout our wonderful walks to the mountaintop. I’m writing now from my desk, while sipping a cup of green tea and crunching a Lemon Manner, souvenir of this holiday. It seems impossible to me that we walked more than 170 km among the mountains, that we rode 50 km by bike and that I could enjoy the sight of those landscapes which seem to be forgotten by human being. Ah, the scale marked a good 4 Kilos less (yes, despite the big binges)! Here’s to you the very last part of the pictures of my holiday in Austria.

Click here to read more

Alti Tauri, il parco nazionale, Lienz e piu’ di 100 km di trekking (Le mie vacanze parte 2)

vacanze in austria

Alti Tauri, il parco nazionale, Lienz e più di 100 km di trekking (Le mie vacanze parte 2)

Seconda parte del mio diario di viaggio tra le montagne austriache (ECCO LA PRIMA PARTE, SE VE LA SIETE PERSA IERI!).

Tra una giornata di trekking e l’altra abbiamo preso una pausa, direzione Lienz. Pittoresca cittadina tirolese dove assaggiare il curry wurst o la tipica cotoletta fritta e per finire non perdetevi l`Alpin Coster, l`ottovolante che sfrutta il pendio montuoso per quasi 4 km di adrenalina. Abbiamo ripreso il nostro trekking il giorno successivo cosi. Abbiamo preso la funivia e seggiovia da St.Jacob con arrivo a Mooseralm mt 2345. Una camminata non troppo ripida ci ha portato a Ochsenlenke 2744. Raggiunta la finestra siamo scesi lungo la valle prima fino a Bruggeralm 1818 ed infino fino a Sab Jacob lungo strada forestale. Circa 25 km e 6 ore di cammino (CONTINUA…)

P.S. Le foto sono state scelte e caricate tramite Irista, una piattaforma creata da Canon dove puoi caricare, gestire e condividere le tue foto. NEL POST DI IERI TUTTE LE INFO!

The second part of my travel diary among the Austrian mountains (here’s the first one!) (TO BE CONTINUED AFTER THE GAP)

Click here to read more